To top
Company Company

Fiera di Hannover: Wibu-Systems e i suoi partner dimostrano come mettere in sicurezza le applicazioni dell’Industria 4.0

Share:

Fare leva sulla gestione sicura delle licenze per dare vita all’economia digitale

Wibu-Systems applica la cybersicurezza alle infrastrutture dell’Industria 4.0 alla Fiera di Hannover

Vedere la sicurezza cibernetica in azione con i propri occhi, per comprendere come impiegarla nei propri impianti produttivi, non ha eguali. È questo lo spirito che ha portato Wibu-Systems a organizzare un intenso programma di dimostrazioni per l’imminente edizione della Fiera di Hannover. Nel proprio spazio espositivo, al pad. 8, stand D05, e unitamente a decine di altri pionieri del settore emergente dell’IIoT, l’azienda mostrerà come l’applicazione di architetture di sicurezza prevenga attacchi informatici, di cui i sistemi connessi saranno inevitalmente oggetto

Tutto inizia presso lo stand di Wibu-Systems, dove una macchina da ricamo del nostro cliente di lunga data, ZSK Stickmaschinen,  è messa in sicurezza con CodeMeter, la tecnologia tutto in uno, per la protezione dalla contraffazione, dal reverse engineering e dalle manomissioni. Come il recente studio sulla pirateria di prodotto, condotto dalla Federazione Ingegneristica Tedesca VDMA, illustra, i dati relativi agli attacchi al know-how di prodotti, macchine e interi impianti produttivi sono estremamente allarmanti. CodeMeter crittografa il codice sorgente, il codice macchina e i dati di configurazione e memorizza le chiavi digitali in elementi di sicurezza, preferibilmente di tipo hardware; nella fattispecie, chiavi USB, carte di memoria o ASIC. Le funzionalità di protezione sono integrate all’interno di meccanismi di gestione delle licenze, per poter accrescere i profitti mediante l’attivazione di strategie di vendita versatili, che rispondano alle richieste del mercato con flessibilità di modelli e prezzi.

 

La macchina da ricamo fornisce poi un syslog (security incident information) al sistema SIEM (security information and event management) nel corso di una dimostrazione più ampia, organizzata dall’Industrial Internet Consortium (IIC) e dalla Plattform Industrie 4.0. Grazie alla loro collaborazione, volta a delineare linee guida comuni tra le architetture RAMI e IISF, le due organizzazioni hanno raccolto 24 aziende, che hanno cooperato a stretto contatto durante gli scorsi 5 mesi, per fornire un concetto interoperabile di sicurezza. Il nucleo della dimostrazione è presente agli stand C24 e D24 nel pad. 8, ma la dimostrazione si espande in altri stand e altri padiglioni fieristici, in altre aree della Germania e persino in zone più remote del mondo. L’obiettivo è dimostrare che la sicurezza degli endpoint è ottenibile con le tecnologie attuali, anche in architetture eterogenee, che riflettono reali costellazioni distribuite multi-vendor.

Wibu-Systems collabora anche con SmartFactoryKL, un’iniziativa tecnologica promossa da DFKI, il Centro Tedesco di Ricerca per l’Intelligenza Artificiale. Alla dimostrazione, disponibile presso il pad. 8, stand D20, partecipano 18 aziende all’avanguardia, ciascuna pronta a dare il proprio contributo per la nascita di una nuova era industriale. CodeMeter di Wibu-Systems fornisce la tecnologia necessaria per raggiungere alti e ampi standard di sicurezza nel settore manifatturiero alimentato dall’Industria 4.0. Protegge i componenti software da accessi non autorizzati e manipolazioni. Le chiavi crittografiche, utilizzate ad esempio per l’autenticazione OPC UA, sono salvate in CmDongle per un loro utilizzo sicuro. Le funzionalità di gestione licenze di CodeMeter consentono inoltre un controllo altamente personalizzato delle funzionalità software abilitate e dei dati confidenziali di configurazione e di produzione.

IUNO,

il Progetto di Riferimento Tedesco a supporto della Cybersicurezza nell’Industria 4.0, ha fatto anch’esso grandi progressi. Durante lo scorso anno, tutte e quattro le aree applicative relative a produzione personalizzata, commercializzazione di dati tecnologici, manutenzione remota e centri di controllo sicurezza remoti hanno fatto grandi passi in avanti, per offrire alle aziende medio-piccole un’architettura, che le guidi nello sviluppo e nell’implementazione di misure di sicurezza. Nel pad. 2, presso lo stand B22, IUNO presenterà i risultati attuali del lavoro sin qui svolto, per stabilire modelli interdisciplinari, cui i produttori dotati di macchine in rete possano fare affidamento. Per illustrare il concetto di economia basata sulla gestione delle licenze, Wibu-Systems utilizzerà CodeMeter License Central, la propria piattaforma web di gestione diritti per associare le licenze alle bevande: i drink saranno serviti e addebitati in funzione dell’ordine emesso dal cliente. In un progetto separato, verrà esplorata la sicurezza by design: CodeMeter Runtime viene utilizzato per la manutenzione remota dei client, mentre CodeMeter Embedded per la manutenzione remota delle macchine.

 

Oliver Winzenried, AD e fondatore di Wibu-Systems, è certo che la tecnologia abbia ormai raggiunto un livello di maturità: “L’Industria 4.0 ha avuto inizio con la visione di ottimizzare i processi produttivi in modo sostenibile e tale da salvaguardare risorse, sicurezza del personale e ambiente. Man mano che sono sorte tecnologie per perseguire questo ideale, ci siamo imbattuti in sfide legate alla sicurezza e ai modelli di commercializzazione. Abbiamo dovuto re-inventare, non soltanto i macchinari di produzione, ma anche gli approcci alla sicurezza della proprietà intellettuale e allo sviluppo dei mercati. Insieme ad altri vendor, che fin da subito hanno creduto nell’Industria 4.0, abbiamo creato misure di cybersicurezza robuste, multi-piattaforma e standardizzate, che tutti i produttori di dispositivi intelligenti possono utilizzare immediatamente.”